Bit 2022. Ed è ancora turismo

15.04.2022 14:18

Bit. Ed è ancora turismo

 

E’ tempo di viaggi.

Quale vetrina migliore di una fiera per il turismo, come la Bit  fiore all’occhiello degli appuntamenti turistici per operatori e stampa specializzata.

Qui ad aprile dal 10 al 12 si e’ svolta l’edizione 2022, in ritardo rispetto al  tradizionale appuntamento di febbraio, poiche’ gli operatori hanno chiesto piu’ tempo dopo la crisi della pandemia e   il forzato arresto dovuto al Covid 19 e poi in seguito alla conflitto Russia Ucraina .

Quindi più   tempo per ritrovarsi e scoprire nuove tendenze. L’offerta 2022 di incoming ed outgoing ha interessato non soltanto molte regioni italiane presenti con grandi spazi espositivi, come  il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia,  la Toscana, il Lazio, la Sardegna, la Sicilia, la Campania, la Basilicata, la Puglia, la Calabria, ma anche molti paesi europei ed extraeuropei, come Maldive, Egitto, Cuba, Repubblica Domenicana, Brasile che hanno animato con spettacoli , conferenze, assaggi gastronomici le giornate turistiche meneghine.

Interessanti anche i convegni tematici che hanno confermato la tendenza per il 2022 di una richiesta di turismo sempre più naturale e sostenibile, con un ritorno ad un turismo rivolto alla ricerca della pace interiore e della spiritualità. Molte le proposte di cammini tematici dal classico religioso, come quello di Santiago de Compostela ad altre proposte meno impegnative. In pole position anche i percorsi di cicloturismo e le vacanze attive all’aria aperta con un tocco di luxury e di glamour.

Interessanti ed affollatissimi i vari show cooking, in particolare i  laboratori di cucina della Puglia, in cui si toccava con mano l’arte di preparare orecchiette e cavatelli di pasta fresca mettendo le “ mani in pasta”  ed apprendendo da chef del luogo tutti i segreti di   impastare e dare forma a tocchetti di pasta fresca con assaggio finale con condimento di olio di oliva pugliese, accompagnato da vini locali, come il primitivo di Manduria, solo per citarne qualcuno.

L’appuntamento è fissato per il prossimo anno,  quando dal  12 al 14 febbraio si tireranno le somme del turismo estivo e di fine anno, che già dai primi dati evidenziano un trend in crescita ed una grande voglia di ripartire e di ricominciare a viaggiare.

Giovanna De Giglio